Edilportale Tour 2018 - Edilizia 4.0: La casa come "macchina per abitare"

Data di pubblicazione: 
Giovedì, Aprile 19, 2018

Si è tenuta a Cagliari lo scorso 18 aprile la dodicesima tappa del Tour di Edilportale. L’incontro è stato aperto dal Vice Presidente Vicario del Consiglio Nazionale degli Ingegneri Gianni Massa: “Nel nostro mondo i nuovi strumenti ci stanno dando delle possibilità. La capacità di connettere e mettere in rete linguaggi differenti e professionisti differenti è un’opportunità che oggi abbiamo – ha detto Massa –. In una regione come la nostra mettere in rete linguaggi multidisciplinari diversi è una sfida. La vinceremo solo se saremo in grado di creare comunità aperte”. Nel corso dell’evento, Angelo Loggia, consigliere dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Cagliari ha tenuto un focus sull’illuminazione in relazione al comfort e al risparmio energetico: “E' fondamentale scegliere impianti di illuminazione ad alta efficienza energetica, privilegiando le sorgenti LED, che presentano innumerevoli vantaggi (risparmi fino a ordini del 60-70%) ma che vanno scelte in maniera accurata, prestando attenzione alla destinazione d'uso degli ambienti e ai compiti visivi da svolgere. Parallelamente alla scelta delle sorgenti, assume un'enorme importanza l'adozione di sistemi automatici per il controllo della luce, sia artificiale (dimmerazione), sia naturale (controllo dei sitemi di oscuramento quali veneziane e tapparelle): risulta quindi evidente quale ruolo possa essere svolto dalla domotica, e dalla building-automation nei casi più complessi, e i benefici sono confortati dai numeri che evidenziano risparmi fino al 30% (rispetto alla situazione di luce sempre accesa. Ovviamente, i risparmi sono ancor a più elevati se la building-automation viene estesa all'intero sistema casa per il controllo della temperatura, dell'umidità relativa, della qualità dell'aria dei carichi elettrici, ecc.".

Tra gli argomenti affrontati nel corso dell’incontro ci sono stati gli investimenti affrontati dalla Regione Sardegna attraverso il progetto Iscol@. Iniziativa da oltre 300 milioni che ha il suo pilastro nella collaborazione tra Stato, regioni ed enti locali, enti scolastici e mondo delle imprese e delle professioni. “Non c’è un comune della Sardegna che non sia interessato ad un intervento in questo senso” ha spiegato Matteo Frate, responsabile dell’Unità di progetto Iscol@ della Regione Sardegna. Giuseppe Desogus, docente al Dipartimento di Ingegneria Civile, Ambientale, Architettura dell’Università di Cagliari, ha poi illustrati i criteri di valutazione utilizzati nella scelta dei progetti vincitori di Iscol@, con particolare attenzione alla progettazione della prestazione energetica e del comfort. “Questa è un’iniziativa che vuole stimolare il tessuto tradizionale verso la rete di progettisti”.
 

 

La seconda parte dell’incontro è stata dedicata al comfort. Per il bioarchitetto Silvano Piras, il risparmio energetico deve essere commisurato alle esigenze degli abitanti. “Quando un architetto o un ingegnere deve fare interventi di riqualificazione, deve sempre considerare che al centro della progettazione ci deve essere il benessere e la salute dell’uomo”. Marco Toro (mattONE) e Thomas Galloni (Knauf) hanno chiuso il pomeriggio cagliaritano. I due professionisti hanno illustrato soluzioni innovative di prefabbricati leggeri. Se per Toro è possibile con calcestruzzo cellulare, per Galloni è possibile con sistemi costruttivi in cartongesso che rendono il cantiere veloce ed evoluto.

In chiusura dell'evento Angelo Loggia, intervenendo a nome di OIC, ha sottolineato l'importanza dell'interdisciplinarietà e dell'interazione fra i professionisti che devono essere di fatto un "sistema che progetta" il "sistema casa". Inoltre ha ribadito la necessità di prestazioni professionali di qualità sempre più elevata e della conseguente irrinunciabilità ad un "equo compenso", non solo perché sancito dalla legge, ma in quanto doveroso per il rispetto della dignità del lavoro di tutti.

Powered by Di-SiDE
Go to top