Meno burocrazia per un paese competitivo

Data di pubblicazione: 
Giovedì, Luglio 20, 2017

Sardegna 2017: il 65% delle opere pubbliche ha tempi di attuazione superiori ai valori di riferimento generali e solo il 44% dei progetti rispetta il cronoprogramma stabilito (dati Istat). E non basta. Secondo uno studio della CGIA di Mestre datato dicembre 2016, l’isola risulta al 178mo posto per efficienza della Pubblica Amministrazione tra i 206 territori dell’Unione Europea censiti.

Della situazione in cui versa la Pubblica Amministrazione sarda e non solo, dell’impatto che porta l’inefficienza della macchina burocratica al netto degli sforzi e della buona volontà di tanti funzionari, e delle possibili soluzioni da mettere in campo si parlerà nel corso del convegno “PA Efficiente per un paese competitivo” organizzato dal Centro Studi dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Cagliari.

All’evento, che si terrà domani con inizio alle ore 9 nella sala della Fondazione di Sardegna (via da Horta 2) e che si inserisce nel più ampio programma del festival OfficinePermanenti, parteciperanno esponenti di diverse amministrazioni isolane, dalla Regione ai Comuni, e del mondo delle professioni. Tra gli ospiti anche il linguista Massimo Arcangeli cheporterà il suo contributo con un intervento su “I linguaggi della Pubblica Amministrazione”.

A portare una testimonianza sull’organizzazione di un assetto amministrativo efficiente ci saranno, tra gli altri, il direttore del personale della Provincia Autonoma di Trento Luca Comper, il manager di Accenture Alessandro Campana, il direttore generale Trasporti e Mobilità della Generalitat de Catalunya Pere Padrosa i Pierre.

Modera il giornalista Andrea Frailis.

Powered by Di-SiDE
Go to top