Centro Studi

Centro Studi

Da circa un anno si è costituito ed è attivo il Centro Studi dell'Ordine degli Ingegneri della Provincia di Cagliari, il primo centro studi di un ordine provinciale in Italia, che si affianca a quello nazionale del CNI, già attivo da qualche anno.

Obiettivo del Centro Studi è quello sia di affiancarsi ai processi di governance del Consiglio dell'Ordine, fornendo ad esso un supporto qualificato, attraverso una serie di attività di servizio, che vanno dalla ricerca, all'orientamento, all’approfondimento di specifiche tematiche, sia di fornire a tutti gli iscritti un servizio di approfondimento e di analisi su argomenti di tipo ingegneristico finalizzato a promuovere e valorizzare la professione dell’ingegnere.

Il Centro Studi intende così proporsi quale soggetto propositivo, progettuale ed operativo a supporto del Consiglio dell'Ordine, delle Commissioni costituite in seno allo stesso, degli iscritti, oltreché delle istituzioni e della collettività in genere.

Fra i compiti istituzionali di competenza del Centro Studi, i principali riguardano:

  • svolgere attività di ricerca, promozione e divulgazione di studi sulle dinamiche della professione, anche attivando e realizzando iniziative editoriali;
  • occuparsi della promozione e adeguamento della figura professionale dell’ingegnere a scala europea ed internazionale;
  • svolgere funzione consultiva, di studio e di formazione permanente, in seguito a specifiche richieste dell’Ordine, nelle diverse materie e tematiche di tipo ingegneristico; 
  • curare il monitoraggio dell’attività delle Amministrazioni Pubbliche su temi che riguardano l'esercizio della professione nella Sardegna, con particolare riferimento ai bandi di gara;
  • collaborare con il Consiglio nella gestione di servizi innovativi da fornire agli iscritti agli albi degli ingegneri; 
  • approfondire temi specifici su richiesta dell’Ordine degli Ingegneri di Cagliari.

 Ad oggi l'attività del centro si sviluppa secondo quattro differenti aree:

1.       Area Bandi di gara  
L'obiettivo è quello di indagare sulla domanda di lavoro per ingegneri attualmente presente in Sardegna, monitorando i bandi professionali che le pubbliche amministrazioni pubblicano periodicamente. Ogni sei mesi verrà elaborato un report statistico che permetterà di misurare lo stato della domanda professionale richiesta dal mercato, utilizzando tecniche di confronto di analisi dei dati. Questa nuova attività si integra a quella tradizionale che OIC, attraverso la Commissione Bandi, ha sempre svolto (e che ora diventa di competenza del Centro Studi) di monitoraggio dei bandi e di segnalazione di eventuali anomalie ed irregolarità.          
Durante questo primo anno di attività, sono state individuate le variabili, è stato fatto un test pilota sul secondo semestre del 2014, è stata testata e adeguata la tecnica di analisi dei dati ed ora è in fase di acquisizione il primo semestre per tutta la Sardegna. Si prevede di pubblicare il primo report entro luglio 2015. Naturalmente è proseguita l'attività di controllo delle anomalie dei bandi e di segnalazione degli stessi.

2.      Area Professione    
Qui l'obiettivo è quello di indagare sull'offerta di servizi ingegneristici che gli iscritti all'Ordine di Cagliari possono proporre. Tale indagine viene effettuata periodicamente attraverso un questionario rivolto a tutti, attraverso il quale acquisire un quadro specifico su anzianità di servizio, tipologia di laurea, competenze acquisite negli anni con l'attività professionale, conoscenza delle lingue, attivazione di nuovi servizi a supporto della professione, ect. L'analisi incrociata fra i dati acquisiti da tale indagine con quelli che periodicamente arriveranno dal monitoraggio dei bandi di gara, permetteranno di capire eventuali disequilibri fra domanda ed offerta dei servizi professionali, consentendo quindi all'Ordine di indirizzare le proprie scelte sia in fase di formazione che in quella di organizzazione degli stessi. 
Durante questo primo semestre, è stata effettuata l'indagine pilota su circa 300 colleghi ingegneri, che ha permesso di elaborare il questionario definitivo e di individuare le modalità di acquisizione delle informazioni più idonee. Per maggio 2015 è previsto l'invio del questionario definitivo a tutti gli iscritti.

3.      Area Servizi agi iscritti      
In questo caso il Centro Studi intende fornire agli iscritti dell'Ordine alcuni servizi integrativi, finalizzati ad aumentarne la competitività ed a migliorarne il livello generale di competenze. In alcuni casi tali servizi sono di nuova istituzione, in altri vengono ereditati direttamente dall'Ordine e gestiti dal Centro Studi, al fine di garantire una maggior omogeneità dell'offerta. Ad oggi è stato attivato il servizio on-line di consultazione delle norme UNI per tutti gli iscritti (con prelievo della norma a costi contenuti), un servizio di consulenza con un avvocato specialista in appalti pubblici per il supporto all'area bandi e per la pubblicazione di una newsletter di settore ed è in fase di avvio, in collaborazione con la Commissione Giovani, un servizio di Co-Working da attivare nei nuovi spazi acquisiti da OIC in via Tasso.          
Entro il 2015 si prevede di attivare il servizio di Co-Working, per il quale in questi giorni il Centro Studi sta attivando un'indagine mirata, finalizzata a calibrare taluni servizi; si precede inoltre di attivare, almeno in fase sperimentale, una collana editoriale di Quaderni del Centro Studi su tematiche di interesse comune. Infine è in fase di completamento un accordo con il Centro Studi del CNI nazionale, finalizzato ad integrare rapporti e relazioni fra i due organismi, scambio di dati ed informazioni, sviluppo di attività comuni.

4.      Area Studi e Ricerche        
Nello specifico, l'obiettivo è quello di individuare un tema ben definito di forte interesse non solo per la categoria degli ingegneri ma di tutta la collettività ed approfondirlo attraverso studi ed analisi dedicati, a conclusione dei quali verrà proposto, in collaborazione con la Scuola di Formazione, un convegno/seminario. Lo scopo è quello sia di aumentare il livello di conoscenza della categoria sul tema in oggetto, sia di proporre, agli organismi competenti, eventuali proposte correttive e/o migliorative che dovessero emergere dall'analisi.          
Per il 2015 il tema individuato ad inizio anno è stato quello della accessibilità e dello stretto rapporto fra urbanistica e mobilità urbana, per il quale è stata scelta la modalità del work-in-progress: in collaborazione con la Commissione Urbanistica, sono state già organizzate delle tavole rotonde con alcuni specialisti del settore, al fine di evidenziare gli elementi di maggior rilievo che governano il fenomeno, da far emergere nella giornata finale dei lavori, che si terrà all'interno della Settimana Europea della Mobilità Sostenibile, nel prossimo settembre.

 

Il Presidente  del Centro Studi OIC

Gianfranco Fancello

 

Il Consigliere referente per il Centro Studi OIC

Valeria Fois

Powered by Di-SiDE
Go to top