Bandi e Concorsi

1    

Ho dei dubbi su un bando: a chi posso rivolgermi?

I colleghi possono segnalare anche via e-mail, alla casella comm.bandi@ingegneri-ca.net, i documenti di gara o di concorso sui quali abbiano dubbi o perplessità. Se l'Ordine riterrà necessario un intervento, il caso sarà segnalato sul sito, alla pagina Controllo bandi, dopo l'invio di una diffida all'ente appaltante.

Rev. Gen. 2015

 

2    

Alcuni Comuni richiedono la marca da bollo per l'iscrizione negli elenchi dei professionisti per incarichi

sotto i 100.000 euro. Possono farlo?

Ai sensi del D.P.R. 26.10.1972, n. 642, recante la disciplina dell'imposta di bollo, e del D.M. 20/08/1992, recante "Approvazione della tariffa dell'imposta di bollo", la domanda di partecipazione alla gara e la dichiarazione di offerta economica s’intendono assoggettate ad imposta di bollo nella misura di € 16,00 (con l’entrata in vigore della legge 71/13 di conversione del Decreto legge del 26 aprile 2013 n . 43, che ha comportato l'aumento della marca da bollo a € 16,00) per ogni foglio uso bollo impiegato (composto di n. 4 facciate) ovvero ogni quattro facciate in caso di offerta redatta su normali fogli formato A 4, uniti e rilegati tra loro in modo da costituire un unico atto. La normativa in materia di imposta di bollo (che si caratterizza per il fatto che colpisce il documento, l'atto scritto sulla carta, e non l'atto sottostante, con la conseguenza che la stessa si considera dovuta anche quando quest'ultimo sia viziato, annullabile o addirittura nullo) contempla due categorie di atti, documenti e registri sottoposti all'imposta: a) atti soggetti fin dall'origine all'imposta, indicati tassativamente nella prima parte dell'Allegato A - Tariffa; b) atti soggetti solo in caso d'uso, indicati nella seconda parte dell'Allegato A - Tariffa. Vi sono poi gli atti esenti in modo assoluto dall'imposta, che sono quegli atti indicati in maniera tassativa, e quindi non in termini esemplificativi, nell'Allegato B - Tabella. La domanda di partecipazione ad una gara o l’istanza rivolta alla PA rientrano nella prima categoria di atti (atti soggetti dall'origine all'imposta) e, precisamente, all'art. 3 Tariffa, "Istanze...tendenti ad ottenere l'emanazione di un provvedimento amministrativo...". Si ricorda che la mancata osservanza delle norme sul bollo non incide sulla ammissibilità/validità della partecipazione, comportando la sola attivazione delle procedure di recupero dell'imposta.

Rev. Gen. 2015

 

3    

In un concorso pubblico riservato ai possessori di laurea in ingegneria edile o civile, è lecito escludere gli

ingegneri ambientali?

Il bando è una lex specialis e l'ente banditore può avere delle esigenze particolari, che richiedano un ingegnere edile o civile e non un ingegnere ambientale. Si potrebbe entrare nel merito dell'esclusione degli ingegneri ambientali solo se le competenze richieste al candidato appartenessero anche a un laureato in Ingegneria Ambientale.

Rev. Gen. 2015

 

4    

Potete indicarmi siti o periodici che pubblichino bandi per l'incarico di RSPP in Italia?

Diversi siti e periodici a pagamento (come InfoAppalti o AppaltItalia) al momento della sottoscrizione permettono di specificare a quali gare e bandi si è interessati.

Rev. Gen. 2015

 

5   

Un bando di selezione pubblica per soli titoli attribuisce il medesimo punteggio alla laurea di 1° livello e

al diploma di laurea vecchio ordinamento o laurea di 2° livello nuovo ordinamento (specialistica o

magistrale). È corretto?

Dipende dal bando. Se è rivolto a ingegneri in possesso della laurea di 1° livello, essendo il bando una lex specialis, è corretto.

Rev. Gen. 2015

 

 

Powered by Di-SiDE
Go to top